Alcune Definizioni utili per tutti 0 1746

 

 

 

 

Tratto da:

Regolamento MEZZI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO

Edizione 2 del 16 luglio 2015

Emendamento 3 del 24 marzo 2017 Art. 5

 

Aeromodellista: persona che è ai comandi di un aeromodello.

Aeromodello: dispositivo aereo a pilotaggio remoto, senza persone a bordo, impiegato esclusivamente per scopi ricreativi e sportivi, non dotato di equipaggiamenti che ne permettano un volo autonomo, e che vola sotto il controllo visivo diretto e costante dell’aeromodellista, senza l’ausilio di aiuti visivi.

Aeromobile a Pilotaggio Remoto (APR): mezzo aereo a pilotaggio remoto senza persone a bordo, non utilizzato per fini ricreativi e sportivi.

Aree congestionate: aree o agglomerati usati come zone residenziali, industriali, commerciali, sportive, e in generale aree dove si possono avere assembramenti, anche temporanei di persone.

Area di buffer: area intorno a quella delle operazioni, stabilita per garantire i livelli di safety applicabili per la tipologia di operazioni. Tale area, deve avere caratteristiche analoghe a quella delle operazioni, l’adeguatezza delle sue dimensioni è determinata attraverso la valutazione dei possibili comportamenti dell’APR in caso di malfunzionamenti.

Attività di ricerca e sviluppo: consente lo svolgimento di attività di ricerca pura o finalizzata alla verifica di determinate concezioni di progetto del SAPR stesso o di nuovi equipaggiamenti, nuove installazioni, tecniche di impiego od usi.

Beyond Visual Line Of Sight (BVLOS): operazioni condotte ad una distanza che non consente al pilota remoto di rimanere in contatto visivo diretto e costante con il mezzo aereo, che non consente di gestire il volo, mantenere le separazioni ed evitare collisioni.

Detect and Avoid (D&A) o Sense and Avoid (S&A) : la capacità del pilota, tramite sistemi, di evitare collisioni a terra con veicoli ed aeromobili e collisioni in volo con altri utilizzatori dello spazio aereo, di rispettare le regole dell’aria, di evitare collisioni con il terreno, di evitare condizioni meteorologiche avverse, di rispettare i segnali visivi e di mantenere la pertinente visibilità e distanza dalle nubi in modo equivalente al See and Avoid previsto per gli aeromobili con pilota a bordo.

Extended Visual Line Of Sight (EVLOS): operazioni condotte in aree le cui dimensioni superano i limiti delle condizioni VLOS e per le quali i requisiti del VLOS sono soddisfatti con l’uso di metodi alternativi.

Massa operativa al decollo: valore di massa al decollo dell’APR in configurazione operativa, incluso il pay load (apparecchiature e istallazioni necessarie per lo svolgimento delle operazioni previste).

Operazioni Specializzate: per lo scopo di questo Regolamento si intendono le attività che prevedono l’effettuazione, con un SAPR, di un servizio a titolo oneroso o meno, quale ad esempio: riprese cinematografiche, televisive e servizi fotografici, sorveglianza del territorio o di impianti, monitoraggio ambientale, impieghi agricoli, fotogrammetria, pubblicità, addestramento.

Osservatore SAPR: persona designata dall’operatore che, anche attraverso l’osservazione visiva dell’aeromobile a pilotaggio remoto, può assistere il pilota remoto nella condotta del volo.

Pilota remoto: persona responsabile della condotta del volo, che mediante una stazione di controllo a terra, agisce sui comandi di volo di un APR.

Riserva di spazio aereo: volume definito di spazio aereo riservato in via temporanea all’uso esclusivo o specifico di determinate categorie di utenti

Restrizione dello spazio aereo: volume definito di spazio aereo entro il quale possono essere eseguite, in vario modo, attività pericolose per i voli o per gli aeromobili in ore determinate (“zona pericolosa”); ovvero spazio aereo al di sopra della terraferma o delle acque territoriali di uno Stato, entro il quale il volo degli aeromobili è subordinato al rispetto Regolamento MEZZI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO Ed. 2 di specifiche condizioni (“zona regolamentata”); ovvero spazio aereo al di sopra della terraferma o delle acque territoriali di uno Stato, entro il quale il volo degli aeromobili è vietato (“zona vietata”).

See and avoid: la capacità del pilota, tramite visione diretta, di evitare collisioni a terra con veicoli ed aeromobili, in volo con altri utilizzatori dello spazio aereo, di rispettare le regole dell’aria, di evitare condizioni meteorologiche avverse, di riconoscere segnali visivi, di mantenere la pertinente distanza dalle nubi.

Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto (SAPR): sistema costituito da un mezzo aereo (aeromobile a pilotaggio remoto) senza persone a bordo, utilizzato per fini diversi da quelli ricreativi e sportivi, e dai relativi componenti necessari per il controllo e comando (stazione di controllo) da parte di un pilota remoto.

Sistema autonomo: SAPR per il quale il pilota non ha possibilità di controllare il volo del mezzo intervenendo in tempo reale.

Spazio Indoor: spazio confinato all’interno di luoghi chiusi.

To be seen: la proprietà di un APR per le sue dimensioni e caratteristiche di essere avvistato analoga a quelle di un aeromobile con pilota a bordo ai fini del rispetto delle regole dell’aria.

Visual Line of Sight (VLOS): operazioni condotte entro una distanza, sia orizzontale che verticale, tale per cui il pilota remoto è in grado di mantenere il contatto visivo continuativo con il mezzo aereo, senza aiuto di strumenti per aumentare la vista, tale da consentirgli un controllo diretto del mezzo per gestire il volo, mantenere le separazioni ed evitare collisioni.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Donatello
Presidente Sportivo Asd "Skynetdrone Italia". Istruttore di volo UAV certificato Enac. CEO di www.istruttoredivolo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA


5 per mille 2021 0 2194

Campagna 5 per mille anno 2021 sostieni la nostra associazione sportiva.

A sostegno delle attività sportive associative di Skynetdrone Italia.

Anche quest’anno contiamo sul contributo di tutti coloro che credono e ci sostengono.

La procedura è la stessa, nei modelli fiscali 730, Unico, CU, contengono un apposito spazio dove inserire il nostro codice fiscale 93065630209  in  Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Un grazie a tutti voi.

IL PORTALE D-FLIGHT: REGISTRAZIONE E QR CODE 0 2326

Come posso registrarmi sul portale d-flight?

Sono interessati all’argomento anche i proprietari di APR di massa uguale o maggiore di 250 g impiegati per attività ricreative, ludico, sportive.

Per motivi di comunicazione e per semplificare il linguaggio tecnico di questo settore, cercheremo come sempre, di essere il più possibile “comprensibili”.
D-Flight è la società creata da ENAV nel novembre del 2018 per sviluppare la piattaforma U-space per l’erogazione dei servizi per Aeromobili a pilotaggio remoto (APR), denominati comunemente “droni”. ENAV, attraverso D-Flight, mira a far coesistere il traffico aereo tradizionale con le esigenze della nuova tipologia di traffico, consentendo l’impiego dei droni per un numero crescente di servizi anche di pubblica utilità, garantendo i massimi livelli di sicurezza.
D-flight mette a disposizione dell’utente registrato diversi prodotti rivolti all’impiego sicuro degli APR all’interno dei diversi scenari operativi. L’insieme dei servizi serve per garantire all’utente semplicità di utilizzo adeguati alle caratteristiche tipiche del settore “droni”.
Il visitatore può accedere al portale di d-flight attraverso questo link: d-flight
Una volta effettuata la registrazione è possibile accedere anche al seguente servizio gratuito:
Visualizzazione mappe per l’identificazione delle zone di accessibilità
Con le mappe di questa versione di d-flight, realizzate sulla base della normativa vigente emanata da ENAC, prosegue il processo di rappresentazione geo-referenziata delle “Regole dell’Aria” applicabili in Italia. In particolare si prende riferimento dal Regolamento SAPR e dalla Circolare ATM-09, per l’impiego professionale e ricreativo dei mezzi a pilotaggio remoto. Su d-flight è oggi disponibile una mappa tematica di sintesi per lo spazio aereo al di sotto dei 120 metri.
Per quanto riguarda il QR-Code, è un codice identificativo univoco, che rappresenta l’associazione tra il numero di registrazione dell’operatore ed una targa assegnata al SAPR.
Per ottenere ed attivare il QR-Code, è necessario essere registrati come operatore sul portale d-flight.
Hanno l’obbligo di registrarsi sul portale D-Flight e di apporre il codice identificativo QR sull’APR:
Gli operatori di SAPR impiegati per uso professionale, indipendentemente dal peso;
Gli operatori e/o i proprietari di APR di massa uguale o maggiore di 250 g impiegati per attività ricreative, ludico, sportive;
Esistono anche delle tariffe corrispondenti ai servizi d-flight per operazioni non specializzate o specializzate non critiche, critiche o critiche in scenari standard e attualmente potremmo riassumerle in questo modo.

Most Popular Topics

Editor Picks

Utilizziamo i Cookies per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web. Puoi scoprire di più su quali Cookies stiamo utilizzando o disattivarli consultando la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi